I:Ching – Il Libro dei Mutamenti

///I:Ching – Il Libro dei Mutamenti

logo ufficiale (trasparente)

 

chingGli Esagramni disposti in cerchio e in quadrato, secondo il processo naturale di sviluppo dalle linee intere e divise; l’ordine attribuito a fu

 

fux

Prima ancora di essere un libro di divinazione l’I : Ching era soprattutto usato come libro di sapienza.

Un libro che codificava in sé l’esatta struttura delle leggi naturali dell’universo, portando una chiara visione dei movimenti nel mondo.

La parte più criptica di questo libro rivela l’Essenziale, ciò che si deve osservare in sintonia ed empatia con la nostra intenzione creativa rispetto ad una questione.

“L’assenza di cambiamento è un segno di morte; la trasformazione un segno di vita; il decadimento è l’aspetto negativo della trasformazione, mentre l’aspetto positivo è generalmente nascosto ai nostri occhi.”

Cit: Lama Anagarika Govinda

Riprendendo il pensiero di un grande conoscitore ed esploratore di questo libro Lama Anagarika Govinda, vorrei esprimere, come i trigrammi e gli Esagrammi che compongono il libro dei mutamenti sono molto spesso usati per predire il futuro.

E questa è una delle loro funzioni legittime.

Ma la loro funzione principale si pensa non abbia nulla a che vedere con la divinazione, bensì con la conoscenza intuitiva dei principi naturali, i stessi ideatori Saggi Re Wen e il duca di Chou pensarono di utilizzare questi trigrammi come mezzi per aiutarci a penetrare le vie della natura stessa delle cose con l’intenzione di adeguarci anziché, di continuare a sottomettere e dominare i movimenti della vita.

Stiamo parlando di un libro scritto più di 5000 anni fa la cui saggezza si perde nella notte dei tempi.

Qui al Tocco del Cuore attraverso la “Compagnia del Susino in Fiore”, vogliamo riabilitare tutto quel sentire e quei principi, che ampliano, e chiarificano con consapevolezza la strada del nostro destino.

“Parlare del Tao è un assurdità, lo si può apprendere solo attraverso i suoi effetti, bisogna meditarlo”

Tao Te Ching

dao

DAO

Il carattere DAO raffigura una testa con i capelli sciolti, come quella di un mago, unita a tre impronte di passi che evocano passi di danza. E’ il “passo” di un mago. Tradizionalmente il piede sinistro si leva per primo, poi il piede destro si unisce al sinistro; poi il passo ricomincia.

L’ideogramma esprime un’azione fatta da un iniziato detentore di un sapere efficace. Tutto avviene non simbolicamente, ma nella realtà. Il reale è modificato “qui ed ora” dall’incedere di un mago, di uno sciamano. Da tutto questo l’idea del DAO come strada, sentiero, via; quindi via, seguendo la quale, si fa una cosa: i metodo, il principio, la dottrina.

L’I:Ching rappresenta la radice del pensiero e della civiltà cinese, ai suoi albori nella sua forma originaria fu ideato da Fu Shi leggendario saggio che inventò le linee intere e spezzate Yin Yang che rappresentano le forze polari dell’Universo. Quindi in base a queste forze e della loro relazione con la natura e con l’uomo costruì gli otto trigrammi, ciascuno dei quali è composto da tre linee e indica un certo aspetto della realtà e della natura e dei fenomeni interconnessi tra uomo e l’esistenza a tutti i livelli.

Il fondamento dell’ I:Ching non è assolutamente l’esoterismo ma un attenta osservazione dei fenomeni naturali interdipendenti a forze che alternandosi danno luogo a dei mutamenti.

Successivamente intorno al 1150 A.C. Re Wen ordinò i 64 Esagrammi dandogli un nome e alla sua morte il figlio il Principe di Chou completo l’opera del padre correlando gli Esagrammi da sentenze e da un commentario.

L’ultima parte dell’Opera e dedicata a Confucio che scrivendo il commentario in una raccolta di saggi intitolata “Le Dieci Ali” ampliò l’opera in termini di decodificazione e chiarimento.

Famoso è l’approccio di Carl Gustav Jung a questo testo e di Richard Wilhelm che curo l’edizione europea che oggi tutti noi conosciamo. Entrambi  impressionati ed intrigati “passionevolmente”, riuscirono a far pubblicare la prima edizione del Libro dei Mutamenti. Trasmettere una conoscenza non equivale a trasmettere una verità, ecco perché il significato di questa sorgente è in continuo divenire, così come questa serie di pubblicazioni vogliono essere solo il riflesso creativo di un lignaggio antico, il cui codice appartiene al nostro inconscio.

“Ogni evento del mondo visibile è la conseguenza di un’idea del mondo invisibile”

“L’I:Ching  è un investigazione dell’Inconscio,  non della superstizione”

Dal testo stesso dell’ I:Ching:

“Perciò il nobile ogni volta che deve fare qualcosa, consulta i mutamenti, e lo fa per mezzo delle parole. Riceve le comunicazioni che esso gli invia come un eco; né lontano né vicino, né oscurità né profondità esistono per esso, e in tal modo egli apprende le cose del futuro”

Al consultante l’I:Ching consigliano un movimento non determinano il futuro.

L’essenza dell’ I:Ching è nel rivelare non un segreto bensì  ciò che già esiste in un campo preesistente come informazione della nostra esistenza.

Per leggere i segni della vita è richiesto un duplice movimento:

“Alzare la testa verso il cielo”per considerare da lontano i movimenti che si palesano e “Abbassare lo sguardo sulla Terra”per esaminare da vicino le trasformazioni che vi hanno luogo.

Il contenuto di questo libro non è semplice perché Il Libro dei Mutamenti in maniera viva intende stimolare il nostro libero istinto creativo.

Come disse durante un seminario una volta un mio maestro “…..non vi preoccupate  chi deve capire ora capisce chi non comprende ora comprenderà in seguito se è la sua lezione da apprendere o anche mai”. Per questo l’ordine dei Gua assieme alle sentenze con le immagini dell’I:Ching sono criptici alla mente umana esse rappresentano una volontà ispirata e non una sequenza logica. Spesso in maniera immatura da bambini o peggio prendiamo delle decisioni prive di trasparenza con noi stessi e gli altri, portando come baluardo il nostro senso di colpa o peggio ancora la presunzione di sentire o fare la cosa giusta; con arroganza imponiamo il nostro sentire come una sentenza ingiudicabile solo perche viene da noi, scappando e fuggendo. E’ qui che l’I:Ching ci permette di accedere ad una coscienza superiore scevra di baluardi che ci permette di penetrare l’essenza di ciò che stiamo vivendo facendoci vedere il sentiero giusto da intraprendere anche se non siamo ancora pronti. Ecco che accogliendo ciò l’arroganza cede il passo all’umiltà il controllo alla padronanza di se l’immaturità alla consapevolezza il giudizio al discernimento e l’ossessività all’istinto creativo. L’apprendimento di questa arte passa in maniera obbligatoria all’apprendimento di noi con un profondo senso di verità.

Invia una mail per conoscere  le date del seminario

Nel corso dei vari seminari si apprenderà innanzitutto:

  • La presenza da tenere durante una sessione con I:Ching
  • Un po’ di Storia: da Re Wen a Confucio e il commentari delle Dieci Ali.
  • Jung – la sincronicità – l’inconscio collettivo – il campo Metamorfico
  • Il Tao – Lo Yin lo Yang – studio degli ideogrammi e dei pittogrammi
  • La costruzione del Mandala cerimoniale
  • Il significato degli otto movimenti primari nella natura fenomenologica
  • Gli otto trigrammi e il Qi Gong con il Ba Duan Jin
  • L’approfondimento dei 64 esagrammi che compongono il libro dei mutamenti
  • La sentenza
  • L’immagine
  • Lo studio delle singole linee e il posto di ognuna all’interno dell’esagramma
  • Che cosa è il mutamento
  • Gli esagrammi intrinseci e correlati
  • La legge dei 5 elementi applicati agli esagrammi
  • L’interpretazione della diagnosi energetica in medicina cinese con I:Ching
  • I canali dell’energia ed i 4 assi energetici
  • Gli otto trigrammi e la chiromanzia energetica cinese
  • La lingua e la lettura degli otto movimenti
  • Elementi di pulsologia energetica cinese abbinata agli otto trigrammi
  • Shao Young e la lettura intuitiva degli I:Ching dal misticismo alla matematica
  • La cerimonia dell’ I:ching ed i 28 steli di Achillea
  • Le tre monete
  • Costruire il proprio Patuà portafortuna con l’ I:Ching
  • Il contatto con la Maestria del Libro dei mutamenti
  • Gli otto movimenti primari e le costellazioni familiari lo Shiftpoint il punto di svolta il punto del cambiamento.

 

Per ulteriori informazioni

Associazione   Il Tocco del Cuore A.S.D. A.P.S.logo ufficiale (trasparente)

Sede Legale:     Via San Bartolo a Cintoia 33/a — Firenze (FI)

Sede Operativa: Via Baccio da Montelupo 101 — Firenze (FI)

Segreteria : 3314793510 — 3929288141

info@iltoccodelcuore.com — iltoccodelcuorefirenze@gmail.com

www.iltoccodelcuore.com

Richiedi informazioni:

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Nome *

Cognome *

Ragione sociale

Indirizzo *

Comune *

Telefono *

Email *

Messaggio

Ai sensi della normativa in vigore sulla privacy D.Lgs n° 196/2003 e all'Articolo 13 del Regolamento UE n. 2016/679, acconsento al trattamento dei dati personali comunicati.